QUANDO PASSA?

“E tu, in erasmus, perché non ci vai?

Non pensi a quest’esperienza

di vita, vita che qui già ti schiaccia

stantia, perché non vai via?

Hai forse timore? E’ forse paura

di atterrare sospeso immigrato?

Ammarare, magari, ché il sale ci tempra

come cuoio conciato

amaro tabacco?

Non vedi? E’ oltre, chi torna, è fermo

in stazione, aspetta che sosta

più sosta non sia; perché non vai via?

E’ questo che fuggi? La muta

della pelle, del tuo esser te

o forse il collasso, l’oblio

del tuo masticato

coi denti ingialliti per fumo nervoso

del sale seccato

su spalle curvate in percorsi a ritroso;

di ciò che è costato, sì, avrai

nostalgia. Ma perché non vai via?”

A stormi vi ho visti schiacciati dal Qui.

Qui, dove non resta che accodarsi allo stormo.

Io aspetto quello che non fa ritorno.

Marco Vezzaro.

dal blog  Taqui no

Tag:

2 commenti to “QUANDO PASSA?”

  1. carina la poesia!! lorena

  2. bellissima! by una pentita che non è mai partita

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: