La fine di un Erasmus – prime impressioni.

E così, è finita. Ritorno a Padova, nella mia casa, con i genitori e i cari amici ad aspettarmi. L’Erasmus è volto al termine, i documenti compilati, la camera nella Hall studentesca svuotata,i bagagli preparati e disfatti una volta in Italia. I risultati degli esami sostenuti in Inghilterra non ancora noti, l’ansia e l’attesa del voto che determinerà il poter tenere o meno la borsa di studio. In settimana riprenderò il tirocinio e devo prepararmi a sostenere l’esame finale del secondo anno. Sono qui, e scrivo, e mi sembra di vivere una realtà parallela. Tutto è uguale a prima, almeno all’apparenza, ma rapporti, relazioni, modi di essere sono cambiati. Sono felice di essere qui e allo stesso tempo un impulso incredibile mi spinge a fare fagotto e tornare lì dove avevo imparato a vivere in modo diverso , a reinventarmi e a non dovermi preoccupare delle ansie quotidiane legate allo studio e alle paranoie di tutti i giorni. Il risultato in termini di emozioni è uno strano miscuglio di felicità e senso di appartenenza, tristezza per quello che ho lasciato, ansia per il futuro (passerò gli esami? Mi riconosceranno i crediti? Riuscirò a completare il monte ore del tirocinio?). Sono qui, e riprendo in mano i fili un po’ scombussolati della vita di prima; chiudo una parentesi durata cinque mesi e mi porto dietro le amicizie, la crescita personale, le cose imparate. Prime impressioni di ritorno. Laura Tasson

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: