Archive for settembre, 2011

settembre 28, 2011

4 Ottobre – UNINCONTRO giornata di benvenuto all’università di Padova

UNINCONTRO
4 ottobre: l’Università dà il benvenuto ai nuovi iscritti
26-09-2011

Una giornata dedicata a tutti i ragazzi che, dopo il diploma, hanno scelto Padova per gli studi universitari: una mattinata di incontri con personalità della cultura e ricercatori, per informarsi e ragionare sul percorso che li attende, e uno spettacolo serale, per celebrare insieme l’inizio di una fase così importante della propria formazione.
 

PERCORSI DI CONOSCENZA DI UN ATENEO A MISURA DI STUDENTE
Aula Magna, Palazzo Bo, ore 10

Condotto da Federico Taddia
con la partecipazione di Gene Gnocchi

Saluti
Giuseppe Zaccaria, Rettore dell’Università
Flavio Zanonato, Sindaco di Padova
Rocco Bordin, Commissario straordinario dell’Esu

read more »

Annunci
settembre 28, 2011

NO AL COMMA AMMAZZA BLOG

Cosa prevede il comma 29 del ddl di riforma delle intercettazioni, sinteticamente definito comma ammazzablog?

Il comma 29 estende l’istituto della rettifica, previsto dalla legge sulla stampa, a tutti i “siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica”, e quindi potenzialmente a tutta la rete, fermo restando la necessità di chiarire meglio cosa si deve intendere per “sito” in sede di attuazione.

Cosa è la rettifica? 
La rettifica è un istituto previsto per i giornali e le televisione, introdotto al fine di difendere i cittadini dallo strapotere di questi media e bilanciare le posizioni in gioco, in quanto nell’ipotesi di pubblicazione di immagini o di notizie in qualche modo ritenute dai cittadini lesive della loro dignità o contrarie a verità, questi potrebbero avere non poche difficoltà nell’ottenere la “correzione” di quelle notizie. La rettifica, quindi, obbliga i responsabili dei giornali a pubblicare gratuitamente le correzioni dei soggetti che si ritengono lesi.
Quali sono i termini per la pubblicazione della rettifica, e quali le conseguenze in caso di non pubblicazione? 
La norma prevede che la rettifica vada pubblicata entro due giorni dalla richiesta (non dalla ricezione), e la richiesta può essere inviata con qualsiasi mezzo, anche una semplice mail. La pubblicazione deve avvenire con “le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono”, ma ad essa non possono essere aggiunti commenti. Nel caso di mancata pubblicazione nei termini scatta una sanzione fino a 12.500 euro. Il gestore del sito non può giustificare la mancata pubblicazione sostenendo di essere stato in vacanza o lontano dal blog per più di due giorni, non sono infatti previste esimenti per la mancata pubblicazione, al massimo si potrà impugnare la multa dinanzi ad un giudice dovendo però dimostrare la sussistenza di una situazione sopravvenuta non imputabile al gestore del sito.
Se io scrivo sul mio blog “Tizio è un ladro”, sono soggetto a rettifica anche se ho documentato il fatto, ad esempio con una sentenza di condanna per furto? 
La rettifica prevista per i siti informatici è quella della legge sulla stampa, per la quale sono soggetti a rettifica tutte le informazioni, atti, pensieri ed affermazioni ritenute dai soggetti citati nella notizia “lesivi della loro dignità o contrari a verità”. Ciò vuol dire che il giudizio sulla assoggettabilità delle informazioni alla rettifica è esclusivamente demandato alla persona citata nella notizia, è quindi un criterio puramente soggettivo, ed è del tutto indifferente alla veridicità o meno della notizia pubblicata.

Posso chiedere la rettifica per notizie pubblicate da un sito che ritengo palesemente false? 
E’ possibile chiedere la rettifica solo per le notizie riguardanti la propria persona, non per fatti riguardanti altri.

Chi è il soggetto obbligato a pubblicare la rettifica?
La rettifica nasce in relazione alla stampa o ai telegiornali, per i quali esiste sempre un direttore responsabile. Per i siti informatici non esiste una figura canonizzata di responsabile, per cui allo stato non è dato sapere chi sarà il soggetto obbligato alla rettifica. Si può ipotizzare che l’obbligo sia a carico del gestore del blog, o più probabilmente che debba stabilirsi caso per caso.
Sono soggetti a rettifica anche i commenti?
Un commento non è tecnicamente un sito informatico, inoltre il commento è opera di un terzo rispetto all’estensore della notizia, per cui sorgerebbe anche il problema della possibilità di comunicare col commentatore. A meno di non voler assoggettare il gestore del sito ad una responsabilità oggettiva relativamente a scritti altrui, probabilmente il commento (e contenuti similari) non dovrebbe essere soggetto a rettifica.
settembre 23, 2011

8 Ottobre – “Una Margherita rossa” la vita, la politica, le idee di Margherita Hack

Quando: Sabato 8 ottobre, dalle 10.00 alle 13.00

Dove: aula N del palazzo Liviano, Piazza Capitaniato, Padova

Cosa: Margherita Hack e Nicola Atalmi presenteranno il libro “Una Margherita rossa” sulla vita, la politica e le idee diMargherita Hack.

settembre 20, 2011

30 Settembre – Malabrenta

Quando: Venerdì 30 Settembre, ore 20.30

Dove: Teatro Verdi, Padova

Cosa:Spettacolo teatrale:

Malabrenta racconta la storia della più potente organizzazione criminale del Nord Italia dal dopoguerra, “la mala del Brenta”.
A parte la mente, lo stravagante Felice cresciuto a Torino, i protagonisti sono giovani semplici, sfuggiti a un destino in fabbrica, abituati al “tasi sempre”, e semplice è anche il protagonista di “Malabrenta”, tanto da non avere neanche un nome, un gregario, uno di cui non si ricorderà nessuno. Il suo racconto ripercorre l’intero percorso dell’organizzazione dagli occhi di chi ha segato sbarre, di chi ha sparato in testa, di chi ha maneggiato lingotti d’oro, di chi è finito in carcere e c’è tutt’ora.

read more »

settembre 19, 2011

21 Settembre – No porcellum party

Quando: Mercoledì ore 21.00

Dove: Mela di Newton, via della Paglia 2, Padova

Cosa:

Una serata per raccogliere le firme per abrogare la legge elettorale “porcata”! Bisogna raggiungere le 500.00 adesioni!

Join on facebook:No porcellum party – Facebook

settembre 19, 2011

La sutura chirurgica

settembre 18, 2011

23 Settembre – Venetonight

Quando: Venerdì 23 settembre dalle ore 17.00

Dove:Padova

Cosa:

Anche quest’anno la Commissione Europea promuove la Notte Europea dei Ricercatori, un evento che dal 2005 fa incontrare i ricercatori con il grande pubblico in differenti città d’Europa in una stessa data di fine estate. La Notte, fissata per il prossimo 23 settembre, sarà un’occasione  per avvicinare i cittadini al mondo della ricerca, per aprire uno spazio di incontro e dialogo e per sensibilizzare i giovani alla carriera scientifica.

Anche i ricercatori dell’Università di Padova incontreranno il grande pubblico nel cuore della città, dove animeranno la serata a partire dalle 17.00  e fino a mezzanotte. Sono previsti laboratori, mini-conferenze, esperimenti e giochi per bambini, spettacoli di teatro, danza e concerti jazz. Inoltre alle 18.00 da Palazzo Bo partirà una caccia al tesoro con il bluetooth e durante l’intero arco della serata sarà possibile, guidati dai ricercatori e su appuntamento, visitare  l’Orto Botanico, il Musei di Geologia, Paleontologia e Mineralogia, e quello di Scienze Archeologiche,

read more »

settembre 16, 2011

23 Settembre – CUS party

QUESTO EVENTO E’ STATO ANULLATO

settembre 14, 2011

TGR Veneto 13/09/2011- Troppi Infermieri in Veneto.. o no?

Ecco il link del TgR Veneto del 13/09/2011: all’interno il servizio sui presunti tagli agli infermieri con il commento dell’assessore regionale alla Sanità Coletto.

TgR veneto 13/09/2011

settembre 13, 2011

Adesso basta.


Dopo l’ennesimo sguardo perplesso, mi sento in dovere di scrivere qualche riga a difesa di tutti coloro che fanno Scienze Infermieristiche.
Quante volte alla domanda “Cosa fai all’università?” abbiamo risposto “Infermieristica” e di tutta risposta è arrivato uno sguardo incredulo e la solita affermazione “Serve la laurea per fare l’infermiere?” . Troppe.
Ormai sono diversi anni che l’infermiere diventa tale solo dopo aver conseguito il titolo accademico e tuttavia si fatica a credere che serva davvero frequentare un corso di laurea per poter lavorare.
Dopo che passi quei secondi di immeritato imbarazzo e provi a spiegare cosa fai all’università, la persona che hai davanti se ne va più confusa di prima, borbottando che non serve a niente. Pazienza, pensi tu. Il problema è che il commento proviene da anziano, adulti e giovani. I tuoi coetanei per esempio, magari iscritti ad una facoltà diversa. Anche loro hanno esperienza di università, eppure non si capacitano nel credere che anche tu fai gli esami, e che molto spesso sono più articolati dei loro.

read more »