Natale in corsia

Periodo di Natale, luci dappertutto…amiche che ti chiamano e ti dicono “allora i regali? Quanti ne hai fatti? A chi? A quello glielo fai?io ho comprato questo, questo, quest’altro…”

Già al secondo regalo dell’elenco la mia mente aveva chiuso la porta a quella voce che parlava e pensava ai malati, a quello che è morto il giorno prima, al ragazzino ustionato che passa i mesi su un letto d’ospedale con gli addobbi natalizi appesi sopra, all’anziano malinconico ricoverato a centinaia di km dalla sua città che ti regala un sorriso, nonostante la sua solitudine.

Certo è giusto pensare alle cose belle, quelle della vita normale….come è giusto fare dei doni alle persone che ci stanno a cuore.

..Però basta che non diventi un problema! Un argomento di fondamentale importanza!

E’ vero che noi infermieri saremo destinati a lavorare a Natale, a Capodanno, a Pasqua….ma è così male poi? Puoi affrontare le feste sia con la tua famiglia  che più tardi in reparto: mattina, pomeriggio o notte che sia…sotto un altro punto di vista! Non è poi così brutto se ci pensi…c’è tanta gente che anche in quei giorni ha bisogno di te!

..E soprattutto ci salva da questa contagiosa e  fantomatica angoscia festaiola per i mille regali di Natale! Giulia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: