Eine italienische Krankenschwester in Dresden – Una infermiera italiana a Dresda

dresden

 

Ciao Chiara, come stai? cosa stai facendo in questo momento?

Bene! sono in Germania a Dresda a lavorare come infermiera in una clinica riabilitativa privata convenzionata.

Qual’è stato il tuo percorso di studi?

Liceo Scientifico e dopo laurea in Infermieristica all’ Università degli studi di Padova.

Come mai hai deciso di partire e andare a lavorare in Germania?

In realtà non c’è stata una motivazione particolare che mi ha spinto a partire. Di certo la voglia di vivere un’esperienza all’estero. E’ capitata questa offerta lavorativa che offriva un corso di lingua e un lavoro per cui ho studiato.

Qual’è stata la cosa più difficile da affrontare appena arrivata in Germania?

La lingua assolutamente in primo luogo che è una sfida costante ogni giorno! E le persone molto diverse dallo stile italiano a cui sono abituata.

Cioè?

Non sono ancora riuscita a capirle fino in fondo,c’ è una specie di barriera che per quanto mi riguarda può essere anche data dalla lingua…

E a livello lavorativo? quali sono le differenze con il ruolo di infermiera in Italia?

Allora posso premettere che io ho fatto esperienze lavorative in Italia solo in ambito di tirocinio universitario e in Ospedale  per cui con pazienti affetti da patologie acute solo un mese ho avuto l’occasione di lavorare in una struttura riabilitativa in Italia

Però ti sei potuta fare sicuramente un’idea

Io credo e penso non con presunzione che l’infermiere italiano sia più preparato da un punto di vista clinco dell’infermiere tedesco….partendo dal presupposto che nel nostro paese è una laurea e qui una formazione professionale

Intendi più preparati dal punto di vista teorico?

Intendo clinico/medico in riferimento alla conoscenza delle patologie! Inoltre l’infermiere italiano ha un più ampio campo di azione dal punto di vista procedurale.

Invece in Germania?chi svolge le procedure?

l’infermiere tedesco per esempio non sempre è abilitato a inserire un catetere venoso periferico che qui il più delle volte è compito medico

Potresti raccontarci in breve una tua giornata- tipo in reparto?

In generale si comincia in modo classico con il rilevamento dei parametri vitali,poi su procede con l’igiene del paziente (compito esclusivamente infermieristico in Germania); poi terapia o per via orale o per via enterale, si eseguono le medicazioni, bronco aspirazione ecc. La scansione dei turni è 6.00 – 14.30, 14.00 – 22.00, 21.45- 6.15 se si fa la notte. Non c’ una turnistica come in italia ma si possono fare più notti o pomeriggi o mattine di seguito, “a caso” in un certo senso.

Ci sono figure equivalenti ai nostri operatori socio sanitari?

Non proprio…

cioè?

Diciamo che ci sono 2 figure che affiancano l’infermiere: un operatore che si occupa del rifornimento delle camere per quanto riguarda il materiale necessario all’igiene, alla broncoaspiarazione e all’ordine logistico della camera e poi c è una seconda figura che assiste i pazienti nella sala comune dove mangiano e passano il tempo libero dalle terapie che in genere occupano il tempo dei pazienti durante la giornata. Questa seconda figura assiste il paziente che necessita di aiuto per mangiare, dispensa anche la terapia orale preparata dall’infermiere, misura la glicemia e somministra insulina

Diciamo che queste sono le attività principali.

Qual’è l’aspetto migliore di questa esperienza?

Sto imaparando una nuova lingua e mi sto confrontando con una realtà lavorativa diversa da quella italiana… e poi vivo fuori casa!!!

Consiglieresti questa esperienza?

Si e no

Spiegaci

Dipende se hai voglia di romperti a imparare una lingua rognosa come il tedesco oppure no! La cosa più difficile è la proprietà linguistica e la comunicazione a lavoro che sono la base per fare bene l’infermiere.

quindi costituisce un problema non da poco

Bisogna avere pazienza! Così dicono….Poi le cose vengono più facili….

bene! e parlando del lato umano?

Diciamo che  il rapporto con i pazienti è migliore che con i colleghi….colleghi che definirei chiusi nella loro nicchia tedesca!!

e con i ragazzi con cui stai dividendo quest’esperienza?

beh è bello poter confrontarsi con nazioni diverse e capire che da un punto di vista infermieristico, Spagna Italia e Portogallo si assomigliano!

Sia da un punto di vista di formazione perchè in tutte e 3 le nazioni l’infermieristica richiede una laurea! E anche da un punto di vista assistenziale ..I compiti dell’infermiere sono per lo più gli stessi

Ciao Chiara e grazie della disponibilità! se qualche lettore volesse approfondire possiamo girarti le sue domande?

Gira quello che vuoi! l’importante non stalkerizzino!

Questa la scrivo! Haha!

Tschuss!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: