Archive for ‘Uncategorized’

maggio 7, 2012

Nursing transculturale: la figura dell’infermiere nell’attuale società scientifica, che persegue finalità solidaristiche e si attiva nei campi della tutela dei diritti civili.

Rispondendo ad una richiesta di collaborazione pubblico un questionario di tesi. Chi gentilmente vorrà compilarlo può poi spedirlo alla seguente mail: caterinasorrentino858@gmail.com (studentessa di infermieristica di Tor Vergata). Speriamo poi di avere un pezzo con i risultati! (E’ rivolto a chi è già infermiere)

 QUESTO QUESTIONARIO E’ UN’ANALISI SULLE CONOSCENZE DELLA “SALUTE TRANSCULTURALE” E SULL’ ACCESSO AI SERVIZI DEL SISTEMA SANITARIO NAZIONALE PER GLI IMMIGRATI IN ITALIA

read more »

Annunci
aprile 7, 2012

Suggerimenti

 

febbraio 13, 2012

L’infermiera di pronto soccorso

gennaio 3, 2012

InfermierInProgress nel 2011

 

Here’s an excerpt:

The concert hall at the Syndey Opera House holds 2,700 people. This blog was viewed about 9.500 times in 2011. If it were a concert at Sydney Opera House, it would take about 4 sold-out performances for that many people to see it.

Click here to see the complete report.

settembre 28, 2011

NO AL COMMA AMMAZZA BLOG

Cosa prevede il comma 29 del ddl di riforma delle intercettazioni, sinteticamente definito comma ammazzablog?

Il comma 29 estende l’istituto della rettifica, previsto dalla legge sulla stampa, a tutti i “siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica”, e quindi potenzialmente a tutta la rete, fermo restando la necessità di chiarire meglio cosa si deve intendere per “sito” in sede di attuazione.

Cosa è la rettifica? 
La rettifica è un istituto previsto per i giornali e le televisione, introdotto al fine di difendere i cittadini dallo strapotere di questi media e bilanciare le posizioni in gioco, in quanto nell’ipotesi di pubblicazione di immagini o di notizie in qualche modo ritenute dai cittadini lesive della loro dignità o contrarie a verità, questi potrebbero avere non poche difficoltà nell’ottenere la “correzione” di quelle notizie. La rettifica, quindi, obbliga i responsabili dei giornali a pubblicare gratuitamente le correzioni dei soggetti che si ritengono lesi.
Quali sono i termini per la pubblicazione della rettifica, e quali le conseguenze in caso di non pubblicazione? 
La norma prevede che la rettifica vada pubblicata entro due giorni dalla richiesta (non dalla ricezione), e la richiesta può essere inviata con qualsiasi mezzo, anche una semplice mail. La pubblicazione deve avvenire con “le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono”, ma ad essa non possono essere aggiunti commenti. Nel caso di mancata pubblicazione nei termini scatta una sanzione fino a 12.500 euro. Il gestore del sito non può giustificare la mancata pubblicazione sostenendo di essere stato in vacanza o lontano dal blog per più di due giorni, non sono infatti previste esimenti per la mancata pubblicazione, al massimo si potrà impugnare la multa dinanzi ad un giudice dovendo però dimostrare la sussistenza di una situazione sopravvenuta non imputabile al gestore del sito.
Se io scrivo sul mio blog “Tizio è un ladro”, sono soggetto a rettifica anche se ho documentato il fatto, ad esempio con una sentenza di condanna per furto? 
La rettifica prevista per i siti informatici è quella della legge sulla stampa, per la quale sono soggetti a rettifica tutte le informazioni, atti, pensieri ed affermazioni ritenute dai soggetti citati nella notizia “lesivi della loro dignità o contrari a verità”. Ciò vuol dire che il giudizio sulla assoggettabilità delle informazioni alla rettifica è esclusivamente demandato alla persona citata nella notizia, è quindi un criterio puramente soggettivo, ed è del tutto indifferente alla veridicità o meno della notizia pubblicata.

Posso chiedere la rettifica per notizie pubblicate da un sito che ritengo palesemente false? 
E’ possibile chiedere la rettifica solo per le notizie riguardanti la propria persona, non per fatti riguardanti altri.

Chi è il soggetto obbligato a pubblicare la rettifica?
La rettifica nasce in relazione alla stampa o ai telegiornali, per i quali esiste sempre un direttore responsabile. Per i siti informatici non esiste una figura canonizzata di responsabile, per cui allo stato non è dato sapere chi sarà il soggetto obbligato alla rettifica. Si può ipotizzare che l’obbligo sia a carico del gestore del blog, o più probabilmente che debba stabilirsi caso per caso.
Sono soggetti a rettifica anche i commenti?
Un commento non è tecnicamente un sito informatico, inoltre il commento è opera di un terzo rispetto all’estensore della notizia, per cui sorgerebbe anche il problema della possibilità di comunicare col commentatore. A meno di non voler assoggettare il gestore del sito ad una responsabilità oggettiva relativamente a scritti altrui, probabilmente il commento (e contenuti similari) non dovrebbe essere soggetto a rettifica.
aprile 7, 2011

tirocinante in reparto, ti stiamo pensando!

marzo 30, 2011

marzo 30, 2011

marzo 23, 2011

Si inizia!

Eccoci qui finalmente, il gran giorno è arrivato. Dopo aver mandato decine di messaggi via facebook, intimato a amici e conoscenti di diffondere il verbo e di partecipare all’impresa ecco, il giornalino è nato. Siamo un gruppo di studenti universitari padovani del corso di laurea di Infermieristica: tra un turno e l’altro scriviamo articoli (una nuova attività del tirocinante multifunzione) . Per ora il gruppo di collaboratori (chiamiamoli così, giornalisti sarebbe inappropriato, più che altro si tratta di futuri infermieri) è sparuto, ma contiamo di allargarci: la collaborazione di chiunque faccia parte di quella allucinata categoria chiamata tirocinante infermiere è benvenuto. Non  ci sono limiti anagrafici o geografici per partecipare, basta che tu sappia cosa vuol dire fare un turno di notte con il tuo infermiere esperto, stendere report sui casi clinici, correre qua e là per l’ospedale con in mano un sacchetto di prelievi, nasconderti in un angolo all’aperto per fumare una sigaretta. Ti ci riconosci? nevrosi , stress, soddisfazione, paura? c’è tutto? bene, sei uno di noi, e forse hai anche qualcosa da raccontare. Scrivi un articolo, lascia un commento, condividi con noi un libro che hai letto, un film, un articolo. Spedisci tutto a giornalinoinfermieristica@yahoo.it: se ti piacerebbe curare un argomento in particolare o se hai idee da sviluppare fallo presente…il tuo contributo è fondamentale! Bene, non mi resta che augurare a tutti buona lettura…e un sentito grazie a chi ha creduto subito nel progetto, e ci ha anche messo la faccia.

Laura