Posts tagged ‘dignità’

aprile 28, 2011

La dignità dell’infermiere – IPASVI

Ultima giornata del XIV congresso IpasviSanita’, infermieri, basta con stereotipi in tv e al cinemaLa presidente Silvestro: ”L’opinione pubblica ha ancora una percezione inadeguata del ruolo e dell’attivita’ degli infermieri”

Roma, 22 ott. (Adnkronos) – Basta con lo stereotipo dell’infermiere che ‘ciabatta’ in giro per l’ospedale. Basta con l’immagine dell’infermiera sexy, poco vestita e disponibile, protagonista delle commedie erotiche degli anni ’70 e ancora presente sul piccolo e grande schermo. A chiedere il cambiamento dell’immagine di questa professione in tv e al cinema in Italia sono i diretti interessati, durante il XIV congresso della Federazione nazionale dei collegi degli infermieri (Ipasvi), che si chiude oggi al Palalottimatica a Roma.

”In Italia – afferma Annalisa Silvestro, presidente dell’Ipasvi – l’opinione pubblica ha ancora una percezione inadeguata del ruolo e dell’attivita’ degli infermieri. Perche’ sono ancora vivi luoghi comuni difficili da scardinare, nonostante la costante crescita di questa professione. Un certo tipo di produzione cinematografica e televisiva presenta la figura dell’infermiere in modo addirittura offensivo, associandola all’erotismo e al sesso. Neppure la fiction – sottolinea – rende giustizia: i protagonisti della sanita’ continuano a essere i medici, a cui vengono affidati sempre i ruoli di maggior spessore. Gli infermieri invece, nel migliore dei casi, vengono rappresentati come persone dal grande cuore, ma mai come professionisti con responsabilita’ e competenze. Anzi, appaiono frustrati, infelici e pettegoli”.

read more »

Annunci
aprile 19, 2011

La dignità?! Tanta roba!

Nei nostri reparti si rivivono scene e situazioni non sempre piacevoli che da sempre hanno caratterizzato la nostra bellissima professione. La comunicazione con i pazienti, le battute nei corridoi, la condivisione del pasto durante il turno di notte. Purtroppo si ripetono anche scene di prepotenza nei confronti degli studenti, a volte da parte di coloro che dovrebbero “dare il buon esempio”. Può succedere che l’infermiera anziana ti porga la chiavetta per la macchinetta del caffè e, mentre si è intenti a misurare la pressione arteriosa ad un paziente,  dica “vai a prendere il caffè per la dottoressa!”. Può capitare anche di sentire affermazioni poco simpatiche nei confronti degli stranieri, pronunciate davanti a cittadini non comunitari. Infine può capitare di sentire il paziente di una certa età rivolgersi all’infermiera tirocinante con toni e battute che risulterebbero opportune solo in un contesto di bunga bunga.

read more »