Posts tagged ‘grazie’

maggio 15, 2011

Tre mesi di InfermierInProgress: com’è andata.

A distanza di tre mesi dall’apertura della rivista online “InfermierInProgress” mi sento di dover fare qualche bilancio. Siamo partiti in sordina, senza avere una chiara idea di come si sarebbe evoluto il progetto: ci abbiamo messo dentro esperienze personali e  gli eventi studenteschi della nostra città sperando, in qualche modo, di dare voce ad una categoria di universitari un po’ speciale. Sgobbano sui libri, sgobbano in corsia, si lamentano tanto ma si esprimono poco. Bene, e allora scriviamoci su. 128 visualizzazioni a Marzo, 1332 ad Aprile, 1038 a Maggio (e manca ancora metà mese). 171 Amici su face book provenienti dalle facoltà di tutta Italia (Infermieristica e non solo). Commenti positivi da parte di prof, infermieri, studenti: qualcuno ci ha fatto davvero una pubblicità entusiasta e non potremo mai ringraziarlo abbastanza. Siamo contenti, contentissimi.

read more »

Annunci
marzo 24, 2011

dal terzo anno con amore, grazie.

Ripercorrendo un po’ il percorso di questi tre anni, mi trovo come veneranda studentessa del terzo anno a fare un po’ il punto della situazione. Ricordo un po’ il primo giorno di università, la borsa a tracolla, e la cartina alla mano perché sì, pur essendo padovana non sapevo bene dove fossero le aule.

E il pensiero degli ultimi giorni, vissuti ben consapevoli che sono stati GLI ULTIMI per eccellenza, le condivisioni dei pranzi in mensa, soprattutto alla Forcellini quando c’era da festeggiare e quindi si pensava di meritarsi un pranzo più decente, le risate in aula studio mentre tutti gli altri studenti diligenti ti strafulminavano per averli distratti dal loro libro.

read more »

marzo 24, 2011

Terra in vista-presentazioni:Il tirocinante

Il medico ha lo specializzando, l’avvocato  ha l’apprendista, l’imprenditore ha lo stagista e l’infermiere?

L’infermiere ha il tirocinante.  Tutti ne hanno visto sicuramente uno, non è una razza rara,in via d’estinzione. Questo particolare personaggio è l’ombra dell’infermiere stesso.  A volte la sua controfigura ma il più delle volte il suo fedelissimo assistente. Lo avrete sicuramente visto avvicinarsi a voi con un ago in mano pronto per il suo primo prelievo, e voi un po’ intimorirti avete sperato che non fosse davvero il primo. E poi in un battito di palpebre eccolo fatto, voi con un bel batuffolo di cotone sulla piega del gomito e lui con un sorriso soddisfatto sul viso e le provette piene in mano.

read more »